Camera, Tommaso Foti eletto vice capogruppo vicario di Fratelli d’Italia

«Sarà mia premura mettere in campo l’esperienza maturata nelle passate legislature per fare in modo che i fatti prevalgano sui facili slogan e sull’inutile fiera delle parole senza, tuttavia arretrare di un millimetro rispetto ad un’impostazione politica che mi vedrà, in prima fila, a rappresentare la Destra politica, i suoi valori, i sentimenti e la volontà dei suoi elettori»

Tempo di attribuzione d’incarichi in Parlamento e nei gruppi parlamentari costituiti dopo le elezioni del 4 marzo. Incarichi che vedono coinvolto il parlamentare piacentino che, dopo essere stato designato componente della Commissione Lavori Pubblici e Ambiente della Camera, con l’unanime voto dei parlamentari di Fratelli d’Italia, è stato eletto Vice Capogruppo Vicario a Montecitorio, affiancando il capogruppo Francesco Lollobrigida nella guida politica e organizzativa dei 32 deputati che fanno capo a Giorgia Meloni. Filippo Bertolini, portavoce provinciale di Fratelli d’Italia, saluta così la notizia: «Tommaso Foti ha conquistato, grazie alla stima e all’apprezzamento delle indubbie capacità mostrate nel corso della sua intensa e brillante attività politica, un ruolo di notevole importanza che lo proietta ad essere uno dei protagonisti alla Camera dei Deputati in questa legislatura. Non solo, ma la sua elezione avrà riflessi importanti e positivi anche per il nostro territorio». «Siamo certi – continua il portavoce provinciale di Fratelli d’Italia – che, al di là del grande impegno di Tommaso per esprimere al meglio le posizioni di Fratelli d’Italia sui temi di interesse politico generale, la sua voce continuerà a levarsi forte e chiara nell’aula di Montecitorio a difesa degli interessi di Piacenza. Le sfide per il nostro territorio sono molteplici e con l’on. Foti in un ruolo politico chiave abbiamo la garanzia che le istanze dei cittadini e degli amministratori locali saranno compiutamente e proficuamente rappresentante». Non nasconde, oltre allo stupore, la soddisfazione il neo-eletto: «E’ per me un grande onore – afferma Foti – essere stato chiamato, dai 32 deputati del gruppo di Fratelli d’Italia, a ricoprire un ruolo tanto prestigioso, quanto difficile ed impegnativo, quale èquello di vice capogruppo vicario. E’, per me, anche un enorme onere atteso che per svolgere adeguatamente la funzione di vice capogruppo vicario dovrò fermarmi molto di più a Roma, con una moltiplicazione significativa degli impegni, delle riunioni e degli incontri, rispetto a quanto al momento della mia elezione avevo preventivato».

«Sarà mia premura mettere in campo l’esperienza maturata nelle passate legislature per fare in modo che i fatti prevalgano sui facili slogan e sull’inutile fiera delle parole – continua Foti – senza, tuttavia arretrare di un millimetro rispetto ad un’impostazione politica che mi vedrà, in prima fila, a rappresentare la Destra politica, i suoi valori, i sentimenti e la volontà dei suoi elettori». Foti non si sottrae dal commentare il ruolo di Fratelli d’Italia rispetto al Governo in carica: «Il voto di astensione espresso da Fratelli d’Italia in occasione della nascita del Governo Conte – spiega – è stato un atto di amore verso l’Italia. La situazione era infatti delicata e difficile, non serviva certamente alimentare nuove tensioni. E’ certo però che quello in carica non è il governo di centro-destra che noi avremmo voluto alla guida del Paese e che gli elettori avevano con il loro voto mostrato di gradire. Ciò detto, siamo e restiamo all’opposizione del governo 5Stelle-Lega, soprattutto a fronte della politica demagogica ed inconcludente espressa dai grillini, la qual cosa non ci impedirà di sostenere quei singoli provvedimenti, a partire da quelli in materia di sicurezza dei cittadini, che dovessero essere presentati e risultare coerenti con le promesse elettorali fatte dal centrodestra».

Share